sabato 29 dicembre 2012

I ricciarelli di Siena



Ormai il Natale è passato, ma possiamo dire di essere ancora in periodo natalizio,no?E quindi non può certo mancare la ricetta di uno dei dolci tipici della tradizione natalizia: i ricciarelli di Siena! Per chi non li conoscesse (credo veramente poche poche persone!:) ) sono dei dolcetti a base di mandorle, zucchero e albume d’uovo a forma di rombo, ricoperti da abbondante zucchero a velo.
Questi ricciarelli di Siena li ho scoperti da Paoletta..sono squisiti, morbidi, perfetti!Altro che quelli che si trovano in commercio! Questa ricetta è del 1879 e viene direttamente dall’industria dolciaria Parenti, famosissima a Siena! La ricetta è semplicissima (anche se il procedimento richiede molte ore di riposo) e il risultato assicurato!


Riporto la ricetta di Paoletta..tale e quale:

I RICCIARELLI DI SIENA, ricetta del 1879 dalla fabbrica G. Parenti di Siena - ne ho ridotto le dosi per un uso famigliare e apportato qualche lieve modifica -

Per 1 kg di ricciarelli (circa 30):
A.
300 gr di zucchero semolato
400 gr di mandorle pelate e asciugate 10' in forno a 50°
50 gr di farina
15 gr di scorzetta d'arancio candita (o la buccia grattata di 4 arance)
1 fialetta di aroma di mandorle

B.
20 gr di zucchero a velo
20 gr di farina
1/2 cucchiaino raso (i miei sono piccolini) di ammoniaca per dolci (reperibile in farmacia)
1/2 cucchiaino raso (i miei sono piccolini) di lievito per dolci

C. (per la lega)
47 gr di zucchero semolato
14 gr d'acqua

D.
20 gr di zucchero a velo vanigliato
2 albumi di uova piccole/medie

zucchero a velo vanigliato e poco amido di grano (per lo spolvero)
ostie (reperibili in farmacia, ma non indispensabili)

Procedimento:

A. Passiamo nel mixer con le lame mandorle e zucchero, aggiungendo piano piano la scorza d'arancio e servendoci di un po' di farina per facilitare l'operazione. Facciamo attenzione ad usarlo ad intermittenza, altrimenti le mandorle gettano il loro olio.
Poi amalgamiamo bene il tutto in una ciotola capiente insieme all'aroma di mandorle.

C. Prepariamo uno sciroppo, mettendo in un pentolino lo zucchero e versando dopo l'acqua, mettiamo a fuoco basso senza rimestare mai, fino a che lo zucchero si scioglie. NON tenere più tempo al fuoco!

B. Setacciamo nel frattempo la farina con lo zucchero e gli agenti lievitanti al punto B.
Poi, non appena lo sciroppo è pronto (cioè quando lo zucchero è sciolto completamente), impastiamo con le mani la pasta ottenuta, usando gli ingredienti di A, con lo sciroppo di C e aggiungendo lo zucchero, la farina e gli agenti lievitanti di B.
L'impasto rimarrà abbastanza umido ma non compatto, non preoccupatevi va bene così.

Importante: a questo punto lo copriremo con un panno bagnato e strizzato perchè non asciughi troppo (il panno non deve toccare l'impasto), e lo lasceremo riposare 12 ore circa.

Al momento dell'uso aggiungiamo lo zucchero vanigliato di D, e gli albumi che dovranno essere stati sbattuti rapidamente fino a che perderanno tensione, cioè inizieranno a fare piccole bollicine.
Impastiamo con le mani perchè il composto si amalgami bene e si compatti.

A questo punto, spolveriamo il piano di poco amido di grano e zucchero a velo vanigliato. Formiamo uno alla volta dei grossi salami, della grossezza di circa 4,5 cm. e li taglieremo a fette di 1 cm. l'una.
Cerchiamo di dare con le mani una forma più possibile romboidale ma dolcemente arrotondata.
I ricciarelli dovranno pesare tra i 25 massimo 30 gr l'uno!
Spolveriamo il ricciarello ottenuto, sul fondo con la miscela del piano, e cioè zucchero a velo/amido di grano, e sulla superficie di solo e abbondante zucchero a velo.

Adesso posizioniamo i ricciarelli ottenuti, man mano su di una teglia coperta di carta forno, oppure ognuno su di un'ostia. Io ho usato le ostie la prima volta, mentre la seconda ho poggiato direttamente su carta forno, non ho notato grosse differenze.

Accendiamo il forno a circa 140°/160° (regolatevi secondo il vostro forno) e inforniamo per circa 10/20 minuti, saranno cotti quando si formeranno in superficie delle leggere crepe. NON guardate il tempo!
... ma su questo sarebbe da scrivere un altro capitolo perchè ogni forno è una storia a se.
In ogni caso i ricciarelli dovranno rimanere bianchi e morbidi.

Quindi, non preoccupatevi se li vedrete ancora traballanti, appena si formano le crepe, via dal forno, induriranno leggermente da freddi!
A questo punto li toglieremo dal forno, li lasceremo asciugare su di una gratella e li conserveremo in scatole di latta ben chiuse, si conserveranno molto bene anche per una settimana, oltre non saprei.


venerdì 28 dicembre 2012

Panettone con lievito di birra


Ok, non è la ricetta del classico panettone tradizionale, infatti prevede l'utilizzo del lievito di birra (e non della biga) e non si prepara in un paio di giorni, ma vi assicuro che il risultato è non ne risentirà affatto!
Volete mettere la soddisfazione di mangiare un PANETTONE PRODOTTO INTERAMENTE DA VOI, A CASA VOSTRA, CON LE VOSTRE MANI?E’ una sensazione indescrivibile, che rende pieni di orgoglio!
Vi lascio adesso alla ricetta, tratta da Giallozafferano, di questo dolce natalizio milanese, ricco di uvetta e canditi, immancabile in questo periodo!
Buon lavoro!


Ingredienti per un panettone da 1,5 kg o due da 750 g
Arancia candita 40 g
Burro morbido (a temperatura ambiente) 160 g
Cedro candito 40 g
Farina 00 250 g
Farina Manitoba 250 g
Latte intero 60 ml
Scorza grattugiata di un limone
Malto o zucchero 1 cucchiaino
Sale 5 g
Uova medio-grandi 4 intere e 3 tuorli
Uvetta passita 120 g
Vaniglia 1 bacca
Zucchero 160 g

Poiché sono previste 3 fasi di lavorazione, vi riscrivo gli ingredienti necessari per ognuna di queste, in modo da facilitare il tutto :)
Le due farine vanno mescolate insieme, quindi ogni volta che nominerò la “farina” intenderò il composto formato dalle due.




1° fase: Farina 100 g, lievito 10 g, malto 1 cucchiaino (oppure zucchero), latte 60 ml

2° fase: Farina 180 g, lievito 2 g, uova 2 intere, burro morbido 60 gr, zucchero 60 g

3° fase:  farina 220 g, zucchero 100 g, uova 2 intere e 3 tuorli, sale 5 g, burro morbido 100 g, limone biologico la scorza grattugiata di 1, arancia candita a cubetti 40 g, cedro candito a cubetti 40 gr, uvetta 120 g, vaniglia 1 bacca 


Procedimento:
1° FASE: Mettere in ammollo l’uvetta in una bacinella con dell’acqua (se preferite potete ammollarla nel rum o in un altro liquore).
Sciogliere il lievito di birra e lo zucchero nel latte, unire la farina e impastare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Metterlo in una ciotola, coprirla con pellicola trasparente e far lievitare nel forno spento con la luce accesa (circa 30°) fino a che raddoppierà di volume (ci vorrà 1 ora circa).

2° FASE: Al primo impasto unire le uova, il lievito sbriciolato, la farina e impastare con le mani; aggiungere lo zucchero, il burro e continuare a impastare fino ad ottenere un composto liscio e non appiccicoso.
Metterlo in una ciotola coperta con pellicola e farlo lievitare nel forno con la luce accesa (30°) fino al raddoppiamento del volume (2 ore circa).

3° FASE: Unire all’impasto 2 uova e 3 tuorli e 220g di farina e impastare per almeno 10 minuti. Aggiungere lo zucchero e il sale e continuare ad impastare per far assorbire bene tutti gli ingredienti.
Aggiungere il burro in due volte così da permettere all’impasto di assorbirlo completamente e impastare; aggiungere la frutta candita, la scorza del limone grattugiata, l’uvetta ammollata e strizzata (se l’impasto risultasse troppo appiccicoso aggiungere farina) e lasciar lievitare l’impasto in una ciotola coperta con pellicola nel forno spento con luce accesa (30°) fino al raddoppiamento del volume (2 ore circa).
Impastare su un piano infarinato dando una forma sferica e posizionare l’impasto con la parte liscia verso l’alto in uno stampo da panettone (18 cm di diametro e 10 cm di altezza) imburrato e rivestito di carta forno oppure in 2 stampini di carta per panettone da 750 g l’uno.
Lasciar lievitare coperto fino a che l’impasto non arrivi a filo dello stampo (2 ore circa).
A questo punto metterlo in un luogo areato per circa 15 minuti in modo che sulla superficie si formi una specie di pellicola più asciutta, incidere a croce la sommità e mettere al centro della croce una noce di burro.
Porre su una teglia da forno, nella parte inferiore di esso, una ciotolina d’acqua.
Infornare il forno ventilato a 180° per 10-15 minuti circa; abbassare a 170° e cuocere per altri 10-15 minuti.
Se la superficie si colora troppo abbassare di altri 10° e proseguire la cottura fino a un totale di 1 ora. Se usate le forme da 750 g infornare a 180° per 10 minuti e poi abbassare a 160° per mezz’ora (la cottura dovrà durare all’incirca 40 minuti, ma controllate sempre!).
In ogni caso, dopo circa 15 minuti (o quando la superficie  avrà raggiunto il colore desiderato) coprire il panettone con carta stagnola.
Una volta cotto far raffreddare il panettone a testa in giù in modo tale che non perda la tipica forma a cupola.
Buone feste e buon anno!






mercoledì 26 dicembre 2012

Zuccherini


Gli zuccherini sono dei biscotti tipici della Toscana, che si trovano spesso nei supermercati ma che non sono molto conosciuti al di fuori della nostra regione…e aggiungo PECCATO!Perchè sono veramente squisiti!!La sorella di un mio amico li adora, e questo è il suo regalino per Natale da parte mia..una montagna di zuccherini solo per lei!
Provateli e fatemi sapere cosa ve ne pare!!
Ingredienti   (resa circa 700 g di zuccherini)
3 uova
300 g farina
175 g zucchero
30 g zucchero vanigliato ( + quello necessario per spolverare)
80 g burro
1 cucchiaino ammoniaca
Scorza limone grattugiata

Procedimento
Unire in un contenitore le uova, lo zucchero, lo zucchero vanigliato e la scorza del limone grattugiata e lavorare bene con le fruste elettriche (circa 5 minuti).
Aggiungere un po’ alla volta la farina setacciata, continuando a girare il tutto con le fruste elettriche.
Nel frattempo sciogliere a bagno maria il burro e quando è tiepido scioglierci bene dentro l’ammoniaca.
Aggiungere il burro con l’ammoniaca all’impasto e amalgamare bene.
Mettere una carta da forno sulla teglia del forno e con un cucchiaio deporre sul foglio piccole quantità di impasto.
Infornare per 5-6 minuti nel forno preriscaldato a 180°.
Estrarre la teglia dal forno e con una paletta girare gli zuccherini e reinfornare per 2-3 minuti (il tutto molto velocemente).
Spolverare gli zuccherini con zucchero vanigliato.


martedì 25 dicembre 2012

Chocolate crinkles cookies

I Chocolate Crinkles Cookies, noti anche come Black-and-White, sono biscotti americani con un cuore di puro cioccolato fondente coperti da una crosticina bianca crepata di zucchero a velo. Alcuni consigli che posso darvi sono quello di utilizzare del cioccolato di buona qualità (data la grande quantità utilizzata) e di non cuocerli per troppo tempo nel forno ma toglierli non appena inizieranno a formarsi le crepe, per far sì che il biscotto mantenga la sua caratteristica di morbido cuore cioccolatoso, e non renderlo invece duro e secco
La ricetta è presa da Cake Show.
Mi raccomando..PROVATELI!
Ingredienti per circa 30 biscotti :
200gr di cioccolato fondente
75gr di burro
110gr di zucchero
2uova
250gr di farina00
2cucchiai di cacao amaro
poco meno di un cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di sale
1 bustina di vanillina


Inoltre:
zucchero semolato
zucchero a velo



Procedimento:

In una ciotola setacciate insieme la farina, il cacao, il lievito e il pizzico di sale.
Fate sciogliere a bagno-maria e su fuoco basso il cioccolato ridotto in piccoli pezzi.
Mescolate spesso con un cucchiaio di legno e quando è quasi completamente sciolto unite anche il burro a tocchetti.
In un'altra ciotola lavorate con le fruste elettriche le uova con lo zucchero finchè saranno cremose.
Unite la vanillina e il cioccolato leggermente fatto intiepidire.
Ora aggiungete gradualmente anche le polveri.
Inizialmente potete continuare con le fruste, ma successivamente l'impasto sarà molto sodo e dovrete proseguire con l'aiuto di una spatola o cucchiaio di legno.
Lavorate finchè la farina sarà completamente assorbita.
Fate riposare l'impasto ottenuto in frigo, il tempo necessario per solidificarsi bene e poterlo lavorare per formare piccole palline; io l'ho lasciato circa un'ora.
Riprendete l'impasto dal frigo e formate delle pallina di circa 2,5/3cm di diametro.
Passatele prima nello zucchero semolato e poi nello zucchero a velo.
Ponetele leggermente distanziate su una teglia rivestita di carta forno.
Prima del passaggio in forno ponete le teglie in frigo per almeno 15minuti.
Fate cuocere nel ripiano centrale del forno, a 160°-170° per circa 10-12 minuti.
Il tempo di cottura può variare un pò in base alla grandezza dei biscotti.
Sfornate in ogni caso quando si saranno formate le tipiche crepe dei Chocolate Crinkles.
Non cuocete di più del tempo necessario, altrimenti i biscotti si seccheranno perdendo così la loro tipica consistenza ricca e morbida.

Biscotti al cioccolato migliori del mondo


Il titolo dice già tutto! Vi starete chiedendo che cosa hanno di tanto speciali questi biscotti…beh, vi posso solo dire che vi consiglio calorosamente di provarli! Sono cioccolatosissimi, morbidi, leggermente croccanti grazie all’impanatura di zucchero, e poi eccola lì, quella deliziosa ganache cioccolatosa di panna e miele che è semplicemente divina!
La ricetta è di Martha Stewart ed è presa da Cake Show.
Beh che aspettate, siete ancora qui?Correte a farli!:)


Ingredienti per circa 20 biscotti:

Per i biscotti :
120gr di farina 00
115gr di burro morbido a temperatura ambiente
60gr di cacao amaro
130gr di zucchero semolato più quello necessario a ricoprirli
1 tuorlo a temperatura ambiente
1 cucchiaio di panna fresca a temperatura ambiente
un pizzico di sale

Per il ripieno al cioccolato :
20 ml di panna fresca
25 g di miele
30gr di cioccolato
15gr di burro

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 175°.
In una ciotola montare il burro morbido con lo zucchero, fino ad ottenere una crema morbida e spumosa.
Unire il tuorlo e amalgamare bene. Aggiungere la panna e la farina, il cacao e il sale setacciati insieme.
Continuare ad amalgamare fino a che otterrete un composto sbricioloso che andrete a lavorare con le mani fino a dare la forma di un panetto compatto.
Fatelo riposare in frigo in una ciotola per circa 1 ora.
Prelevate una piccola quantità di impasto, rotolatelo tra i palmi delle mani e dategli la forma di una pallina di circa 3-4 cm di diametro.
Passate le palline in una ciotola con dello zucchero semolato, ricoprendole interamente e posizionatele un pò distanziate tra loro su una teglia ricoperta con carta da forno.
Affondate la punta del manico di un cucchiaio di legno, nel centro di ogni pallina, creando una cavità che successivamente accoglierà il ripieno.
Attenzione a non perforare del tutto i biscotti.
Infornate per circa 10 minuti nel forno preriscaldato a 165-170°.
Sfornate i biscotti e mentre sono ancora caldi, premete di nuovo e delicatamente, con la punta del manico del cucchiaio di legno, se alcune rientranze hanno perso definizione.
Una volta raffreddati un pò, toglieteli dalla teglia e lasciateli raffreddare del tutto su una gratella.

Preparate il ripieno.
Tritate il cioccolato.
In un pentolino e su fuoco molto basso scaldate la panna con il miele, senza che sia raggiunto il bollore.
Togliete dal fuoco e versate sul cioccolato tritato.
Amalgamate con una frusta fino ad ottenere una crema liscia.
Unite il burro a tocchetti e mescolate finchè sarà completamente sciolto.
Con questa crema riempite le rientranze dei biscotti, oramai freddi.
Fatelo subito, prima che la crema si solidifichi.

lunedì 24 dicembre 2012

Biscotti di pasta frolla montata


Questi biscotti sono gli stessi pubblicati qui, ma ho semplicemente sostituito la sparabiscotti con il classico metodo della pasta stesa con il mattarello e poi via, libero spazio alla fantasia con le formine! :)
Ne ho fatti in quantità indistriali per regalarli a tutti i miei amici, ed ecco qua il risultato!
Inutile dire che sono stati un successone! ;)
Dovete assolutamente provarli, non sapete che cosa vi perdete!
E' proprio vero che le cose più semplici sono le più buone, e questi biscotti ne sono una vera dimostrazione!

Buon appetito e...BUON NATALE!!!!!!!


domenica 23 dicembre 2012

Biscotti al cocco



La ricetta di questi biscotti viene da mia nonna, che li ha sempre fatti molto spesso e io li ho sempre ADORATI, come tutte le persone a cui li ho fatti assaggiare!Sono buoni, golosi,e velocissimi da fare, così tanto che vale proprio la pena provarli!
Non ve ne staccherete più, soprattutto se come me amate il sapore del cocco.
Vi garantisco che questi semplici biscottini vi faranno fare un figurone  in qualsiasi occasione..sono un vero cavallo di battaglia!;)




Ma veniamo alla ricetta!
Ingredienti
2 uova
150 g farina 00
200 g zucchero
150 g burro
250 g farina di cocco
1/2 bicchiere di liquore (amaretto, limoncello o ballantines)
mandorle e ciliegie candite

Procedimento:
Ammorbidire il burro a fuoco bassissimo e aggiungerlo allo zucchero.
Unire poi la farina, la farina di cocco, le uova e infine il liquore; mescolare bene.
Sulla carta da forno fare dei mucchiettini con la punta di un cucchiaio e porvi sopra una mandorla o una ciliegia divisa a metà.
Cuocete nel forno preriscaldato a 180° per circa 20-30 minuti (quando assumono un colore leggermente dorato sotto la base).

I miei regalini di Natale


Quest’anno ho deciso di regalare dei biscottini home-made..amo i pensieri semplici e i regali fatti in casa, credo che siano molto più apprezzati dei soliti oggetti sempre uguali che vengono poi accantonati da qualche parte nella casa fino a dimenticarsene, credo che diano anche molta più soddisfazione a noi nel regalarli, e forse che rendano meglio l’idea del Natale, che purtroppo si sta riducendo sempre più a qualcosa di puramente materiale.


Mi sono quindi messa all’opera, immersa in chili e chili di farina, burro e zucchero..e anche un po’ di cioccolata!:) E dopo ore e ore..e ore e ore e ore :P..di duro lavoro, ecco che finalmente posso mostrarvi questi pensierini che mi hanno dato tanta soddisfazione nel farli, e spero di darne altrettanta a chi li riceverà!
Per rendere ancora più gradito il vostro regalo potete confezionarlo in scatoline di cartone (anche queste possono essere home-made!) e magari separare con pirottini i vari tipi di biscotti realizzati.



 I miei regalini sono:

-Biscotti al cocco
-Biscotti di pasta frolla montata
-Biscotti al cioccolato migliori del mondo
-Chocolate crinkles cookies
-Zuccherini

E voi?Che cosa avete regalato per Natale ad amici e parenti? 

venerdì 7 dicembre 2012

Torta con farina di castagne e cacao




Ok, la stagione non è esattamente la più indicata per questo tipo di dolce..infatti le castagne sono il simbolo di novembre, fanno venire in mente l’autunno, con le sue foglie ingiallite che iniziano a staccarsi dagli alberi e vanno a coprire strade e marciapiedi, i suoi profumi, i suoi odori di umido nell’aria, i cappotti e le sciarpe che cominciano a riempire gli armadi…
Ormai siamo in pieno inverno, in questi giorni il freddo entra nelle ossa, le mani sono sempre gelate..però aprendo la dispensa ho notato questo pacchetto di farina di castagne…dev’essere rimasto da uno dei tanti castagnacci fatti da mia madre..c’è stato un periodo in cui si era messa in testa di voler riuscire a trovare le proporzioni giuste che rendessero il castagnaccio perfetto, e così quasi ogni giorno avevamo il castagnaccio in casa..ma a noi tutti andava più che bene! :P
Alla fine comunque ci è riuscita..e io ADORO il castagnaccio che fa!Non sono mai stata una grande patita di questo dolce tipicamente toscano, ma come lo fa lei non ce n’è! :)
Ma veniamo alla nostra torta..è frutta di pura “invenzione” e sono decisamente soddisfatta del risultato!
E’ così soffice, delicata…e buonissima! :) Poi quel contrasto dolce-amaro della farina di castagne e del cacao è davvero ottimo!
Io il dolce non l’ho arricchito con niente perché in casa mandorle, uvetta e pinoli sono finiti giusto ieri sera, ma se volete potete aggiungerli nell’impasto, e magari anche sulla superficie prima di cospargerla di zucchero a velo!
Se provate fatemi sapere come è! :)


Ingredienti:
150 g farina di castagne
50 g farina 00
70 g cacao amaro
16 g lievito
100 g zucchero semolato
50 g zucchero di canna
250 g latte
60 g tuorli (3)
90 g albumi (3)
Zucchero a velo q.b. per ricoprire

Procedimento:
Unire i tuorli con lo zucchero semolato e quello di canna e sbatterli insieme aiutandosi con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto cremoso (ci vorranno un paio di minuti).
In un’altra ciotola montare gli albumi a neve.
Setacciare le farine, il lievito e il cacao precedentemente mescolati nella ciotola contenente il composto di tuorli e zucchero e mescolare bene; aggiungere il latte un po’ alla volta e incorporare bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema omogenea.
A questo punto aggiungere gli albumi mescolando dal basso verso l’alto.
Versare il composto in una teglia di 24 cm di diametro precedentemente imburrata e infarinata, e cuocerla nel forno ventilato preriscaldato a 180° per circa 30 minuti (fare comunque la prova dello stecchino per verificare la cottura).
Far raffreddare la torta e cospargerla di zucchero a velo.

Se volete accentuare il sapore delle castagne sostituite la farina 00 con altra farina di castagne in ugual misura.
Inoltre, se volete, potete insaporire la torta aggiungendo noci, uvetta, mandorle o ciò che preferite! :)


mercoledì 5 dicembre 2012

Biscotti con farina di riso

Che farsene della farina di riso avanzata dalle pastierine?
Ho notato che mi era avanzata anche un pò di acqua di fiori di arancio, quindi ho provato a mettere insieme un pò di ingredienti e...direi che il risultato è stato davvero ottimo!!! :)Provare per credere! ;)




Ingredienti:
400 g farina di riso
100 g burro a temperatura ambiente
2 uova
100 g zucchero
55 g miele
2 cucchiaini di lievito (circa 10 g)
1 grosso pizzico di sale
5 ml acqua di fiori di arancio

Procedimento:
Montare con l’aiuto delle fruste elettriche il burro e lo zucchero. Quando saranno ben amalgamati unire il miele e continuare a montare fino a che il composto risulterà bello cremoso.
A questo punto aggiungere le uova, una alla volta, e montare fino a che saranno ben incorporate.
Aggiungere i rimanenti ingredienti e lavorare bene prima con l’aiuto di un mestolo e successivamente con le mani, fino ad ottenere un composto compatto.
Formare una palla, coprirla con pellicola e farla riposare in frigo per almeno mezz’ora.
Trascorso questo tempo, stendere la pasta frolla ad uno spessore di circa mezzo centimetro, dare la forma desiderata e porre i biscotti in una teglia coperta da carta forno.
Infornare nel forno ventilato preriscaldato a 165° per circa 10 minuti, o comunque fino a che avranno raggiunto un bel colore dorato.
Se si vuole cospargere di zucchero a velo…altrimenti sono deliziosi anche così, al naturale! :)

martedì 4 dicembre 2012

Piccole pastiere di riso...e biscotti!


La ricetta di queste pastierine è di Luca Montersino (presente sia nel libro "Croissant e biscotti "che in "Le dolci tentazioni ").
Caratteristica di questo pasticcere è quella di sostituire alcuni ingredienti tradizionali con altri che rendono il dolce adatto anche a persone con particolari patologie o intolleranze, senza che il gusto ne risenta..anzi!
Provate queste pastiere per credere!Infatti sono realizzate con farina di riso, così da poter essere alla portata anche di persone celiache.
Inutile dire che se le proverete non potrete più farne a meno! :)
Ma passiamo adesso alla ricetta..




Ingredienti per circa 18 pastierine e 40 biscotti


Per la pasta frolla:
600 g farina di riso
300 g burro
240 g zucchero semolato
120 g uova
6 g scorza di arancia
Semi di 2 baccelli di vaniglia


Per il riso:
120 g riso Vialone Nano
480 g latte fresco intero
10 g scorza di arancia
20 g burro
24 g zucchero semolato
Semi di 1 baccello di vaniglia


Per il ripieno:
300 g ricotta
150 g zucchero semolato
48 g cedro candito
120 g uova
0,5 g acqua ai fiori di arancio
50 g tuorli
6 g scorza di arancia grattugiata



Procedimento:


Per la pasta frolla amalgamate il burro alla farina di riso, strofinando il burro con la farina fino ad ottenere un composto granuloso. A questo punto unire i restanti ingredienti e impastare. Coprire con pellicola e far riposare in frigo per almeno 2 ore.
Intanto preparare il riso: mettere a scaldare il latte con lo zucchero e mescolare bene per far sciogliere lo zucchero, aggiungere poi il burro, la vaniglia e la scorza di arancia. Aspettare che il latte raggiunga l’ebollizione e aggiungere il riso. Far cuocere per circa 10-15 minuti girando molto spesso per evitare che il riso si attacchi sul fondo del pentolino. E’ importante che il riso diventi piuttosto morbido, altrimenti, se lo lasciate al dente, durante la cottura in forno tenderà a diventare ancora più duro.
Lasciar raffreddare su un piatto.
Per il ripieno setacciate la ricotta, aggiungete tutti gli ingredienti compreso il riso cotto e amalgamateli bene.
Foderate le tortiere monoporzione (Montersino dice 10 cm di diametro, ma potete usare qualsiasi diametro preferiate, e a secondo di questo verranno più o meno pastierine) con la pasta frolla di riso e successivamente versate all’interno di queste il composto fino all’orlo.
Decorate ogni crostatina con un piccolo dischetto di pasta frolla.

Cuocete nel forno ventilato preriscaldato a 170°-175° per circa 20-25 minuti.
Fate raffreddare e poi, se volete, cospargete con zucchero a velo.
E con la pasta frolla avanzata?
Io ho preparato dei biscottini che ho poi cotto nel forno ventilato a 180° per circa 10-15 minuti.
Decorateli come preferite, per esempio con palline colorate, gocce di cioccolato o semplicemente con zucchero a velo! :)






E con la pasta frolla avanzata?






Io ho preparato dei biscottini che ho poi cotto nel forno ventilato a 180° per circa 10-15 minuti.
Decorateli come preferite, per esempio con palline colorate, gocce di cioccolato o semplicemente con zucchero a velo! :)